Stress

Stress e salute

I disturbi psicofisiologici (psicosomatici), come l’asma, l’ipertensione, la cefalea e la gastrite, sono caratterizzati da veri e propri sintomi fisici, causati o aggravati da fattori emozionali. Ma qualsiasi malattia organica può essere influenzata da fattori psicologici, come lo stress.
Alcuni ricercatori considerano lo stress uno stimolo (fattore di stress), identificato con una serie di condizioni ambientali, come la noia, gli stimoli incontrollabili, gli avvenimenti drammatici dell’esistenza, i problemi quotidiani e la privazione del sonno.
Comunque, stabilire che cosa esattamente costituisca un fattore di stress è difficile, perchè le persone reagiscono con modalità molto diverse alle sfide della vita: lo stesso evento non provoca la medesima quantità di stress nelle diverse persone. É il modo in cui soggettivamente percepiamo o valutiamo l’ambiente a determinare se un fattore di stress è presente o meno. Quando una persona stabilisce che quanto richiestole da una data situazione è superiore alle sue capacità e risorse, quella persona esperisce uno stato di stress.
Persino tra coloro che valutano un evento come stressante gli effetti dello stress possono variare a seconda di come il singolo individuo affronta quell’evento. Esistono due tipi fondamentali di strategie di reazione: quelle focalizzate sul problema e quelle focalizzate sull’emozione. Nelle prime la persona intraprende azioni direttamente finalizzate alla soluzione del problema, oppure ricerca informazioni che ne facilitino la soluzione. Nelle seconde la persona si sforza di ridurre le reazioni emozionali negative allo stress, per esempio distogliendo la mente dal problema, rilassandosi e cercando conforto negli altri. É opportuno scegliere la strategia più adatta, a seconda della situazione che ci troviamo di fronte. In generale, reagire tramite strategie di fuga/evitamento è la modalità di reazione meno efficace di fronte ai problemi dell’esistenza.
Gli individui che giudicano le esperienze della vita costantemente superiori alle proprie capacità e risorse sono spesso cronicamente stressati ed esposti al rischio di sviluppare un disturbo psicofisiologico. Inoltre, il modo in cui le persone fanno fronte alla rabbia è correlato con lo sviluppo dell’ipertensione, ed i tratti di personalità sono coinvolti in vari disturbi, in particolare nelle malattie cardiovascolari.