Ansia generalizzata

La persona che presenta un disturbo d’ansia generalizzato è preda di un’ansia persistente, spesso riguardante piccole cose. La preoccupazione è cronica e incontrollabile per qualsiasi genere di circostanza o attività.
Sono inoltre frequenti i sintomi somatici: sudorazione, vampate di rossore, batticuore, nausea, diarrea, pollachiuria (frequente bisogno di urinare), sensazione di freddo, mani appiccicose, bocca secca, nodo alla gola, respiro poco profondo. Anche la frequenza del polso e del respiro possono essere elevate. A volte sono presenti tensione ed indolenzimento muscolare (soprattutto alla nuca e alle spalle), tic, tremori, facile affaticabilità ed incapacità a rilassarsi. Spesso queste persone si tormentano, immaginando qualche disgrazia incombente, e lo stato di continua tensione provoca impazienza, irritabilità, scoppi d’ira, insonnia e distraibilità.
Il disturbo d’ansia generalizzato si riscontra nel 5% circa della popolazione. Gli eventi di vita stressanti sembrano avere un ruolo nella sua insorgenza. É due volte più frequente tra le donne che tra gli uomini, e presenta un elevato grado di comorbilità (due o più disturbi presenti contemporaneamente) con gli altri disturbi d’ansia e con i disturbi dell’umore.