Disturbi dell’umore

Caratteristiche generali della depressione e della mania

La depressione

La depressione è uno stato emotivo caratterizzato da grande tristezza e apprensione, dalla sensazione che nulla abbia veramente valore, da sensi di colpa, dall’isolarsi dagli altri, dalla perdita del sonno, dell’appetito e del desiderio sessuale, o dalla perdita di interesse e di piacere nelle attività che si è soliti svolgere.
Per quanto riguarda i disturbi del sonno, possiamo avere: insonnia iniziale, in cui la persona non riesce a prendere sonno; insonnia centrale, in cui non riesce a riaddormentarsi dopo che si è svegliata nel cuore della notte; insonnia terminale, quando si sveglia molto presto la mattina; oppure il desiderio di dormire per la maggior parte del tempo (ipersonnìa).
Nella depressione abbiamo un’alterazione del livello di attività: l’individuo diventa letargico (rallentamento psicomotorio) oppure agitato. Possiamo trovare una diminuzione dell’appetito e perdita di peso, oppure un aumento dell’appetito e crescita ponderale, mancanza di energia e grande stanchezza, concezione di sè negativa, rallentamento delle capacità intellettive, pensieri ricorrenti di morte o di suicidio.
Spesso la depressione si associa ad altri problemi psicologici, come gli attacchi di panico, l’abuso di sostanze, le disfunzioni sessuali ed i disturbi di personalità.
Per le persone depresse, concentrare l’attenzione su qualche cosa è uno sforzo estenuante. Esse spesso non riescono a ricordare quello che hanno letto o ciò che viene loro detto da altri. Anche fare conversazione è una fatica; gli individui depressi spesso parlano lentamente, facendo lunghe pause e usando poche parole, espresse in un tono di voce basso. Molti preferiscono starsene seduti in disparte e rimanere in silenzio; altri sono invece agitati e non riescono a restare seduti: camminano avanti e indietro, si stropicciano le mani, sospirano, oppure si lamentano. Quando devono affrontare un problema, si sentono privi di idee su come risolverlo; la loro mente si riempie di autorecriminazioni, ed ogni momento è vissuto con un senso di estrema oppressione. Gli individui depressi possono arrivare a trascurare l’igiene e l’aspetto personali, e a lamentare, in modo ipocondriaco, dolori che non hanno alcuna base organica apparente. Sono spesso privi di speranza e di iniziativa.
I sintomi della depressione possono variare nell’arco dell’esistenza.
Nei bambini la depressione assume spesso la forma di disturbi somatici, come mal di testa o mal di stomaco, e spesso si presenta con sintomi di irritabilità e comportamento aggressivo, al posto dell’umore depresso oppure unitamente ad esso.
Negli anziani la depressione è caratterizzata spesso da facilità a distrarsi e da perdita della memoria.

La mania

La mania è uno stato emotivo caratterizzato da euforia intensa ma infondata, accompagnata da irritabilità, iperattività, logorrea, fuga delle idee, distraibilità e piani grandiosi e inattuabili. Alcune persone che soffrono episodicamente di depressione manifestano a volte anche attacchi improvvisi di mania (disturbo bipolare).
Alcuni rapporti clinici riferiscono di casi di mania non accompagnata da depressione, ma questa condizione sembra essere molto rara.
La persona in preda ad un episodio maniacale, che può durare da alcuni giorni ad alcuni mesi, si riconosce per il suo flusso incessante di commenti, espresso a voce molto alta e pieno di battute, giochi di parole, frasi in rima ed esclamazioni su qualunque oggetto o avvenimento che ne abbia attirato l’attenzione (è la cosiddetta fuga delle idee, che è molto difficile da interrompere). Anche se frammenti del discorso sono coerenti, l’individuo salta sconclusionatamente da un argomento all’altro. Il soggetto può essere incline ad una socievolezza inopportuna e invadente, costantemente indaffarato, a volte senza scopo, e spesso non riesce a realizzare che i suoi progetti siano destinati al fallimento. I tentativi di placare nel paziente questo genere di impeto possono scatenarne la rabbia e persino reazioni furiose.